Hot Topics

10 fattori fondamentali per il dominio perfetto

IL NOME A DOMINIO PERFETTO

Scegliere il nome a dominio rappresenta un passo fondamentale per la realizzazione di un sito web. La scelta deve essere fatta in modo ponderato per far si che oltre ad “avere un bel nome” a dominio, questo sia performante in ottica seo; il dominio con le sue caratteristiche infatti influenza il ranking di un sito web sopratutto su Google. Sono dieci i fattori fondamentali che influenzano maggiormente il ranking di un dominio:

  1. Età del dominio
  2. Parola chiave presente nel dominio di primo livello
  3. Parola chiave come prima parola nel dominio di primo livello
  4. Rinnovo del dominio
  5. Parola chiave nel sotto dominio
  6. Storia del dominio
  7. Parola chiave come nome dominio
  8. Whois pubblico
  9. Proprietario del dominio
  10. TLD del dominio specifico

Vediamo i 10 fattori più nello specifico, anche con l’aiuto dell’infografica alla fine di questo articolo

Età del dominio

L’età del dominio, Domain Age, è un fattore fondamntale per il SEO in quanto riferisce ai motori di ricerca che un dominio è più o meno maturo, e quindi affidabile. Un dominio che ha più tempo viene ben visto dagli spider perchè significa che tale dominio è sviluppato già da diverso tempo, quindi è meno probabile che si tratti di risorsa spam. Espressione comune nel mondo SEO in relazione ai domini è “Invecchiato è meglio“, come per il vino

Parola chiave presente nel dominio di primo livello

Avere la parola chiave del proprio sito nel dominio di primo livello è un fattore rilevante per il ranking google; in passato questo fattore era molto piu’ rilvente rispetto ad oggi, ma avere la parole chiave esatta compresa nel nome del dominio, resta comunque un forte segnale per il ranking. Google infatti evidenzia in grassetto le parole ricercate che appaiono anche nel nome dominio.

Parola chiave come prima parola nel dominio di primo livello

La parola chiave come prima parola nel nome a dominio rappresenta già da tempo un parametro molto importante per il ranking del sito. Nel 2011 SEOMoz nell’articolo “Search Engine Ranking Factors” evidenziava che un dominio con la parola chiave target all’inizio del nome, viene favorito nel ranking rispetto a domini che non includono quella parola chiave o che la includono a metà o alla fine. La keyword target quindi come prima parola del nome del dominio

Rinnovo del dominio

In un post sul suo blog ufficiale Google cita:

I domini ufficiali (legittimi) delle aziende sono spesso rinnovati per molti anni di fila in anticipo, mentre siti spam e doorway (illegittimi) raramente vengono rinnovati per periodi superiori ad un anno. Pertanto, la data di scadenza di un dominio può essere usata per identificare un dominio legittimo da uno illegittimo

Parola chiave nel sotto dominio

Nei fattori che influenzano il ranking di un sito web si fa riferimento anche al fatto di avere la keyword target nel sotto-dominio; questo può portare ad un incremento del posizionamento dello stesso sotto-dominio. La parola chiave è il nome del sotto-dominio detto anche dominio di terzo livello: keywordtarget.miosito.it

Storia del dominio

Un sito che storicamente ha cambiato spesso il proprietario (whois) potrebbe portare Google a resettare la storia positiva del dominio, annullando i backlinks e il page rank passato. La storia del dominio è entrato ormai da tempo a far parte di un fattore di ranking importante; in passato i motori di ricerca basavano la propria attenzione esclusivamente sul nome di dominio, ed un nome di dominio datato e dismesso poteva apportare discreti vantaggi di posizionamento per il nuovo proprietario. Si poteva quindi avere beneficio in termini di ranking dai vecchi link che puntavano sul dominio, nonché della reputazione del brand online e del suo page rank.  Oggi non è piu’ cosi ed i vantaggi di posizionamento legati ad un vecchio dominio sono stati profondamente limitati, per non dire annullati. Chi oggi registra un nome a dominio non eredita più la sua storia passata, soprattutto quella positiva e non è detto che non erediti la sua storia negativa. Ad esempio, se un dominio è stato bannato dai motori di ricerca, per spam o malware site, potrebbe restare nella lista nera anche quando il dominio viene registrato da un nuovo proprietario.

Parola chiave come nome dominio

I domini che presentano una corrispondenza esatta con la keyword target del sito, Exact Match Domain, ottengono un ottimo punteggio in termini di ranking. Google dichiara inoltre che soltanto i domini di qualità saranno premiati con posizioni di rilevo nei risultati di ricerca

Whois pubblico

Google puo’ interpretare un whoIs privato come un segnale negativo; il capo del team anti spam di Google Matt Cutts,  nel 2006 affermo’ che trovare la protezione della privacy nel whois è abbastanza insolito e potrebbe far pensare che il Webmaster abbia un network di siti oppure sia dedito allo spam.

Proprietario del dominio

Se Google interrogando il whoIs identifica che il proprietario del dominio è segnaltato come spammer, automaticamente effettuerà un ceck in modo approfondito di tutti i siti intestati alla persona in questione; se verranno rilevate attività spam, arriveranno penalizzazioni per il rank dei siti.

TLD del dominio specifico

L’estensione del nome a dominio o dominio di primo livello, fornisce al motore di ricerca l’ informazione sull’estensione geografica del dominio, per esempio www.miosito.IT indica il TLD nazionale in questo caso Italia.
Per il ranking del sito quindi avere un ccTLD (Country Code Top Level Domain) è sicuramente di aiuto per quel paese specifico, esempio .it per Italia, ma limita le possibilità per quel sito di posizionarsi bene a livello globale. Quindi se si ha in progetto di realizzare un sito web a livello globale e non concentrato su una sola country meglio orientarsi verso la scelta di un dominio con estensione .com

Infografica: 10 fattori fondamentali per il dominio perfetto

10 fattori fondamentali per il dominio perfetto

10 fattori fondamentali per il dominio perfetto

Be the first to comment on "10 fattori fondamentali per il dominio perfetto"

Leave a comment

Your email address will not be published.

*