Hot Topics

Anonymus attacca il Vaticano

anonymus-vaticano

Continua la campagna Operation: PayBack, portata avanti da Anonymus, e adesso tocca al Vaticano.

”Oggi Anonymous ha deciso di porre sotto assedio il vostro sito in risposta alle dottrine, alle liturgie ed ai precetti assurdi ed anacronistici che la vostra organizzazione a scopo di lucro (chiesa apostolica romana) propaga e diffonde nel mondo intero”.
Questa la rivendicazione di Anonymous, continua il comunicato

“Avete negato teorie universalmente ritenute valide o plausibili”.
“Vi siete resi responsabili della riduzione in schiavitù di intere popolazioni,
usando come pretesto la vostra missione di evangelizzazione”. Non mancano riferimenti
ai casi di pedofilia nel clero e accuse contro le posizione del Vaticano sull’aborto e
sull’uso del preservativo, definite “retrograde” deve tollerare – si legge su Anonymous –
quotidianamente le vostre ingerenze nella vita pubblica politica e sociale e tutti i
danni che ciò comporta. Avete immobili ed attività commerciali per il valore di miliardi di euro,
sui quali avete fortissime agevolazioni fiscali. Ci auguriamo vivamente che i Patti Lateranensi
vengano infine in un futuro prossimo rivisti e che veniate relegati a ciò che siete…una reliquia dei tempi che furono.
Questo attacco – concludono gli hacker – non è inteso verso
la religione cristiana o contro i fedeli in tutto il mondo, bensì verso la corrotta Chiesa Romana
Apostolica e tutte le sue emanazioni”.

Dal Vaticano fanno però sapere che “il problema è in via di risoluzione”

Enjoy

Be the first to comment on "Anonymus attacca il Vaticano"

Leave a comment

Your email address will not be published.

*