Hot Topics

Come creare un blog post di successo

Scrivere e strutturare il blog post perfetto

Realizzare un post di successo per il proprio blog,  in grado di attrarre molti visitatori, ai meno esperti potrebbe sembrare cosa semplice,  banalmente:

Scrivo il post sul mio blog e questo verrà letto.

Niente di più sbagliato.
Creare un blog post di sucesso, in grado di generare interesse e quindi visitatori al vostro sito, richiede tempo.  Tempo da impiegare oltre che nella parte creativa,  anche nell’applicazione di alcune regole precise per curare al meglio nei contenuti e nella struttura il blog post.
Nella stesura si dovrà prestare particolare attenzione alle varie sezioni che comporranno il post, ovvero:

  1. Il Titolo del post
  2. L’introduzione
  3. I sottotitoli
  4. Il testo del post
  5. Le immagini
  6. La call to action
  7. Tasti social

Questo articolo con l’infografica associata vi aiuterà a scrivere e strutturare il blog post perfetto, che vi farà ottenere grandi soddisfazioni (almeno spero)


style="display:block"
data-ad-client="ca-pub-1616173936013132"
data-ad-slot="8585853031"
data-ad-format="auto">


Vediamo nel dettaglio come procedere nel realizzare tutto questo

Il titolo del post

Il Titolo del post è fondamentale e rappresenta il primo punto di contatto fra il post e l’utente; quando condividete sui social un articolo, la prima cosa che l’utente visualizzerà sarà il titolo del post, così come se troverà nei risultati di ricerca di google un articolo relativo al vostro blog. In base al titolo scelto il traffico verso un determinato articolo puo’ variare del 500%. Scrivere il titolo di un blog post è una scienza e se non si applicano alcune regole nel realizzarlo, il post verrà probabilmente ignorato dagli utenti e dai motori di ricerca.
Quando scrivete il titolo del vostro articolo dovete tenere presente che chi legge tende ad assimilare le prime 3 parole del titolo e le ultime tre parole (secondo lo studio di Neil Patel di Kissmetrics). Cercate di scrivere un titolo che sia composto al massimo da 60 caratteri, oltre questa soglia nei risultati dei motori verrà tagliatonon verrà visualizzato nella sua interezza.
Per il titolo del post dovete inoltre tenere in considerazione i seguenti elementi:

        • Motivazione – Inserite nel titolo del post parole che motivino l’utente a cliccare utilizzando parole quali: suggerimenti, consigli, trucchi, hacks, etc…
        • Numeri – Contestualizzate con numeri il vostro titolo, ad esempio 10 suggerimenti5 hacks, etc...
        • Aggettivi – Inserite nel titolo del post aggettivi come: utile, fondamentale, i migliori, etc…
        • Parole chiave per il traffico organico – Utilizzate nel titolo del post parole chiavi performanti sui motori di ricerca ed in target con i contenuti del post
        • Tigger Words o parole grilletto – Sono entità linguistiche in grado di catturare l’attenzione, di coinvolgere, ad esempio: Se davvero vuoi …, Ho scoperto il segreto …, Ecco Come…, Perchè …, Adesso hai la possibilità …, etc…
        • Promessa – Fai una promessa, come: 10 consigli che ti aiuteranno …, etc

Possiamo riassumere tutto quello che serve per realizzare il titolo del post con la seguente formula:

Numeri + Aggettivi + Parole Chiave + Motivazione + Promessa

ottendendo un ipotetico risultato come il seguente:

10 consigli fondamentali per migliorare i fattori seo del tuo blog

Formula per creare titolo del post - dal blog di Bufferapp

Formula per creare titolo del post – dal blog di Bufferapp

L’introduzione



style="display:block"
data-ad-client="ca-pub-1616173936013132"
data-ad-slot="8585853031"
data-ad-format="auto">


Una volta che il titolo del post creato è riuscito nell’intento di convincere l’utente a leggere le prime righe del blog, è ovviamente fondamentale che il lettore continui nella lettura. Se il post che avete creato è di buona qualità probabilmente sarà piuttosto lungo e questo potrebbe spaventare l’utente facendogli abbandonare la lettura; per evitare questo è necessario scrivere un’ introduzione per il post. Introduzione che dovrà risultare persuasiva, emozionale con ritmo incalzante che dovrà far comprendere al lettore quello che apprenderà leggendo il post nella sua interezza.
Impostate l‘ introduzione dell’ articolo come uno storytelling che sia rappresentativo del post. Varie analisi hanno dimostrato che post con una narrazione introduttiva lo storytelling appunto, riescono ad invogliare i lettori nel continuare la lettura con una percentuale maggiore del 300% rispetto a post che non usano intro con storytelling.
Create quindi l’introduzione del vostro post con una storia aiutandovi  per esempio con:

  • Anedotti personali
  • Anedotti di esperti
  • Anedotti di influencer
  • Anedotti di personaggi famosi

I sottotitoli

Utilizzate i sottotitoli per ogni sotto sezione del post, questo aiuterà l’utente ad avere una panoramica generale dell’intero post guidandolo nella lettura. Per rendere il post più appetibile ai motori di ricerca, utilizzate il tag h2 per i sottotitoli del post, e per il testo scegliete parole chiave in target con i contenuti del post. Esempio:

<h2>Sottotitolo con target kwords</h2>

Il testo del post

Il testo del post rappresenta il cuore di tutto. Ora che si è riusciti ad attrarre visitatori sul post, è fondametale che questi trovino interesse e passione nella lettura. Per riuscire in questo è fondamentale scrivere un testo che abbia uno stile in grado di emozionare i vostri lettori;  ebbene si emozionare, stesso verbo che abbiamo utilizzato parlando di come vada redatta l’introduzione dell’articolo di un blog. L’emozione è la chiave di tutto
I migliori blogger del mondo scrivono i loro post concentrandosi su come creare una connessione emozionale con i propri lettori.
Il testo del post va quindi editato cercando di costruire una connessione emozionale con i propri utenti, cosi’ da generare in loro veri e propri stati d’animo. Se si riesce in questo, gli utenti saranno inoltre più propensi a rispondere alle call to action.

Creiamo quindi un testo che sia in grado di generare una connessione emozionale, aiutandoci in questo con:

  • Storytelling
  • Copywriting persuasivo
L'impatto dello Storytelling -  Ricerca di Alex Turnbull.

L’impatto dello Storytelling – Ricerca di Alex Turnbull

Nel caso dello storytelling crero’ il post come fosse un film, con una intro persuasiva racconto poi la mia storia legata all’argomento dell’articolo.

La via del copywriting persuasivo avrà necessità di utilizzare nel testo,  domande retoriche, copywriting, frasi decise e aforismi per creare emozioni e attenzione durante la lettura dell’articolo.

Nello scrivere il testo del post oltre allo stile dovrete curare anche altri fattori, ad esempio la lunghezza del testo. Scrivete un articolo di 1600 parole, è la lunghezza ideale per un blog post. Un testo che si possa leggere in circa 7 minuti.
Curate la parte di formattazione visuale del testo, tenete presente che l’utente mediamente legge il 28% di un post, quindi una buona formattazione del testo è la via giusta per aumentare il tempo di permanenza dell’utente sull’articolo. Buona formattazione che si ottiene utilizzando dove necessario elementi come:

  • Elenchi puntati
  • Liste
  • Grafici
  • Testi in grassetto
  • Sottotitoli
  • Immagini

Le immagini

Utilizzare le immagini nel post renderà il vostro articolo molto piu’ ricco ed interessante agli occhi dei vostri lettori; l’utente ricorda molto meglio una foto rispetto al testo. Ricordate di inserite nel blog post un’ immagine ogni 350 parole; immagini che devono essere di qualità ed in grado di contestualizzare al meglio gli argomenti del vostro post, prive di loghi o watermark e accompagnate da link che indicano la loro provenienza (ovviamente se si tratta di immagini che non avete creato voi).
L’utilizzo di immagini gioverà al ranking del vostro post sui motori di ricerca; google ama questi tipi di contenuti purchè siano originali. Rinominate le immagini utilizzate nel testo con nomi seo friendly in tema con l’articolo, e utilizzate sempre nel codice di inserimento dell’immagine l’attributo html alt associandogli un breve testo che la descrive, fondamentale per l’indicizzazione sui motori di ricerca.
Ecco un esempio estrapolato da questo post dove si parla del Design delle auto più belle di sempre

Codice html inserimento immagine nel post

<img src=”http://www.multimediart.org/clone/wp-content/uploads/2015/02/lamborghini-miura.pngalt=”Lamborghini Miura” height=”402″ width=”600″>

Lamborghini Miura.png
Riassumendo:

  • Inserire immagini nel testo ogni 350 caratteri
  • Utilizzare immagini originali
  • Utilizzare immagini di qualità
  • Utilizzare immagini senza logo e watermark
  • Rinominate le immagini in ottica seo-friendly
  • Utilizzate l’attributo html alt con testo descrittivo

La call to action

Il post realizzato è cosi’ ben fatto che l’utente lo ha letto tutto fino alla fine, e un lettore di questo tipo, disposto a spendere il suo tempo con quello che scrivi, sicuramente ti apprezza si fida di te.  Inserendo quindi alla fine dell’articolo una call to action ovvero l’invito ad un’azione come quelle che seguono, ci saranno buone possibilità che l’utente la esegua. Call to action quali ad esempio:

  • Condivi il post
  • Scarica la Guida
  • Scarica la APP su …
  • Iscriviti alla nostra Newsletter
  • Guarda il Webinar
  • Seguici su Facebook …

Tasti social

Se l’utente trova interessante ed originale il vostro articolo sarà propenso a condividerlo sui social, quindi dobbiamo rendere questa azione il piu’ confortevole e semplice possibile. Questo si ottiene inserendo nel post i tasti social, infatti la presenza in un blog post di questi bottoni  aumentano di 7 volte la possibilità che questo sia sherato rispetto a post privi di bottoni sociali. Le Posizioni ideali per i tasti social sono

  • In testa al post
  • Alla fine del post
  • Nella sidebar
  • Come elemento fluttuante persistente

Quanto scritto, riassunto nell’infografica che segue, è quello che dovete fare per ottenere risultati soddisfacenti per i vostri post sul blog.
Se l’articolo vi è piaciuto e lo avete trovato utile sheratelo sui vostri social e lasciate commenti, ve ne sarei grato 😉

Infografica



style="display:block"
data-ad-client="ca-pub-1616173936013132"
data-ad-slot="8585853031"
data-ad-format="auto">


Come scrivere e strutturare  il blog post perfetto

Be the first to comment on "Come creare un blog post di successo"

Leave a comment

Your email address will not be published.

*