Hot Topics

Tango Down ai siti della Polizia di stato Italiana

Tango Down

Se ne sentiva parlare da giorni poi tutto è successo davvero; sono stati bucati i server della Polizia di Stato Italiana. Fra i documenti, secondo le stime sarebbero ben 3500, ci sono
informazini sui manifestanti No-Tav, informazioni su tecniche confidenziali relative alle operazioni di intercettazione e ancora, informazione su gruppi classificati come “estremisti” ed email private di agenti inviate a dirigenti funzionari e altro.
Alle 15.30 in una dichiarazione fatta all’agenzia Adnkronos da fonti del Dipartimento della Pubblica Sicurezza, non ci sarebbero state violazioni ai server della Polizia, ma risulterebbero invece accessi non consentiti alle caselle email di alcuni funzionari delle Forze dell’ Ordine.
Questo non è il primo ataccco che quei bravi ragazzi di Anonymus effetuano ai server delle forze dell’ordine
in Italia, dopo l’ attacco lanciato contro i siti dei Carabinieri e del Ministero della Difesa, è ora il turno del database della Polizia di Stato, messo sotto scacco nell’ambito dell’operazione AntiSecITA.
Enjoy

Be the first to comment on "Tango Down ai siti della Polizia di stato Italiana"

Leave a comment

Your email address will not be published.

*